I migliori servizi di cloud storage per 2024

Che cos’è il cloud storage?

La tecnologia cloud storage è spesso indicata come la tecnologia di nuova generazione o il futuro dell’IT. Come ben sappiamo, le informazioni digitali vengono archiviate su dischi rigidi o su supporti fisici, come CD o unità esterne. Il cloud storage (spesso chiamato “nuvola”) rappresenta semplicemente uno spazio di archiviazione digitale dove chiunque può memorizzare o scaricare i propri file.

A differenza delle unità fisiche di cui sopra, il “cloud” consente di accedere comodamente ai propri file da qualsiasi dispositivo, in qualsiasi parte del mondo.

Secondo le statistiche del 2024, la creazione di dati è in piena espansione e continua a crescere in modo esponenziale, al punto che lo spazio di archiviazione locale non riesce a tenere il passo con il numero di file da memorizzare. È qui che i servizi di archiviazione in-the-cloud come pCloud superano i concorrenti, perché offrono più di 16 TB di spazio di archiviazione.

L’utilizzo del cloud storage offre un notevole vantaggio in termini di collaborazione e accessibilità, oltre a una solida sicurezza e ad altri utili strumenti di gestione dei file. È possibile visualizzare i file da qualsiasi telefono, tablet o computer connesso a Internet. È facile perdere file importanti a causa di arresti anomali del computer o di problemi telefonici. Questo può essere facilmente evitato creando un backup dei documenti più importanti o cruciali.

L’utilizzo del cloud non è un problema, ma la scelta del servizio da utilizzare è un po’ più difficile. Ci sono alcuni fattori importanti da tenere in considerazione quando si sceglie il provider cloud più adatto alle proprie esigenze:

  • Interfaccia: È abbastanza facile da usare?
  • Funzioni: Sono abbastanza intuitive?
  • Design delle funzionalità: Permettono di utilizzare il servizio al massimo delle sue capacità?
  • Curva di apprendimento ridotta: È facile iniziare subito?
  • Prevenzione della perdita di dati: Siete in grado di ripristinare o tornare a versioni precedenti dei file?
  • Facile accesso ai file: È possibile accedere ai file quando si utilizza il servizio o è necessario scaricarli in locale?
  • Link condivisibili: È possibile condividere i link a file specifici per risparmiare tempo?
  • Privacy e sicurezza: Alcuni servizi cloud compromettono la sicurezza e la privacy nel tentativo di fornire più funzioni, che non sono conformi al loro design.
  • Opzioni di backup: Come e quando viene eseguito il backup o la sincronizzazione automatica dei file? Avete il controllo su questo processo?
  • Limiti di velocità e dimensione: Avere a che fare con limitazioni specifiche è in diretto conflitto con l’obiettivo principale del “cloud”: trasferire qualsiasi file, ovunque si vada, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo.
  • Modelli di prezzo: Il cloud storage ha lo scopo di migliorare la vostra vita, ottimizzando le vostre attività digitali e proteggendo le vostre informazioni. Questo obiettivo non può essere raggiunto senza opzioni di pagamento convenienti.
  • Ubicazione dei centri dati: Esistono leggi specifiche sulla protezione dei dati e sulla privacy in diversi Paesi. Quanto più severe sono le leggi sulla protezione dei dati che un’azienda rispetta, tanto più è affidabile. La Svizzera, ad esempio, è nota per le sue leggi più severe.
  • Dispositivi e sistemi operativi supportati: Il servizio cloud funziona su qualsiasi sistema operativo o ha un supporto limitato alla piattaforma?

L’utilizzo di un account gratuito può aiutare a familiarizzare con un servizio. È una delle migliori opzioni per scegliere il prodotto giusto per voi. A volte le recensioni online possono avere dei pregiudizi. Ecco perché abbiamo compilato un elenco aggiornato dei 10 servizi di cloud storage più affidabili per il 2024. L’elenco comprende Google Drive, Dropbox, pCloud e OneDrive, tutti in grado di eseguire il backup dei dati in modo sicuro. Ognuno di essi presenta vantaggi e svantaggi. La lettura di questo articolo vi aiuterà a capire quale fornitore potrebbe soddisfare le vostre aspettative, illustrandovi le caratteristiche e i fattori di differenziazione.

NOTA: Teniamo sempre conto del feedback della comunità e delle discussioni più recenti e ricorrenti online, disponibili per chiunque. Esse rivelano la vera natura delle opinioni imparziali e ci aiutano a compilare il nostro verdetto professionale.

Go to: Cloud storage providers comparison table

1. pCloud

File:Pcloud-logo.svg - Wikimedia Commons

pCloud è un’azienda svizzera di cloud storage, di cui si fidano oltre 17,000,000 di utenti soddisfatti.

Riconosciuta come la principale alternativa a Dropbox, è in concorrenza non solo con questo gigante del settore tecnologico di lunga data, ma anche con Google, Apple e Microsoft, che offrono tutti più o meno lo stesso servizio di pCloud.

L’apertura di un nuovo account con pCloud vi darà un rispettabile massimo di 10 GB di spazio di cloud storage gratuito (il doppio di OneDrive e cinque volte l’offerta di base di Dropbox).

Si dice che la felicità non ha prezzo. Lo stesso vale per la sicurezza e la privacy.

Dotato di una pletora di opzioni Premium, pCloud viene utilizzato per account singoli e multipli. Una delle opzioni Business (Pro) offre uno spazio di archiviazione illimitato.

Uno dei principali vantaggi di pCloud rispetto ai suoi concorrenti è la possibilità di pagare una tariffa unica per l’accesso a vita. Per gli utenti che desiderano investire una sola volta, pCloud offre tutte le funzionalità Premium. Questo è particolarmente conveniente per il 2024. Le tariffe sono anche le più generosamente scontate, con un piano da 500 GB a vita che costa 199 euro e uno da 2 TB a 399 euro. Attualmente, il piano di cloud storage più venduto per l’utilizzo a vita è l’offerta di 10 TB di pCloud a soli 1190 euro, che consente di risparmiare oltre 5000 euro.

Una speciale cartella crittografata lato client chiamata “Encryption Folder” è disponibile per l’uso a vita al prezzo di 150 euro. Alcuni servizi dispongono di questo tipo di crittografia per impostazione predefinita.

pCloud è principalmente associato alla massima privacy e alla crittografia infrangibile. L’azienda ha ampliato la propria offerta con un prodotto nuovo di zecca chiamato pCloud Pass, che ha esteso ulteriormente la sua cultura innovativa incentrata sulla sicurezza. Sebbene i piani a vita siano talvolta discutibili e si debba fare una ricerca sull’affidabilità dell’azienda, sembra che pCloud sia qui per restare, sconvolgendo il settore del cloud storage.

Il piano Family, invece, è disponibile in due opzioni: 2 TB per 595 euro e 10 TB per 1499 euro. Si tratta di un sacco di spazio di archiviazione per un massimo di cinque utenti o, per dirla in altro modo, di poco più di 100 euro a testa per una vita di archiviazione e altre funzionalità premium. Un ottimo incentivo per utilizzare il piano Family è il fatto che ogni “membro della famiglia” riceve gratuitamente la Crypto Folder, a condizione che il proprietario dell’account abbia un piano Lifetime.

Le offerte di abbonamento sono molto competitive: 2 TB per 9,99 Euro al mese, 99 Euro all’anno.

pCloud non impone restrizioni sulle dimensioni dei file, quindi potete caricare tutto ciò che il vostro spazio di archiviazione consente. La sincronizzazione è rapida e veloce. Tutti i trasferimenti di dati tra i server di pCloud e il vostro computer sono gestiti con crittografia TLS/SSL, quindi dovrebbero essere sicuri durante il viaggio. La disponibilità su qualsiasi dispositivo e sistema operativo è di grande importanza per la nostra recensione: Windows, Mac, Linux, iOS, Android e accesso via browser.

È emerso che non tutti i 5 principali servizi cloud supportano queste piattaforme.

Esistono opzioni di importazione (backup) di terze parti che possono trasferire automaticamente i file da altri servizi cloud, tra cui Dropbox e Google Drive, il che è comodo se si sta passando da uno all’altro o se si vuole semplicemente avere un backup extra dei file importanti.

Una caratteristica unica di pCloud è chiamata pCloud Drive, in cui il servizio crea un’unità virtuale sul dispositivo. Tutto ciò che viene inserito nell’unità viene immediatamente caricato sui server di pCloud e non occupa spazio in locale. Per utilizzare i file non è necessario attendere che vengano scaricati, poiché pCloud Drive agisce come un’unità esterna e consente di accedere ai file con un semplice clic.

Il servizio di assistenza tecnica 24 ore, 7 giorni, è comodamente disponibile per qualsiasi utente che richieda assistenza per il proprio account. Le roadmap di sviluppo sono disponibili pubblicamente e consentono di rimanere sintonizzati sui prossimi aggiornamenti. Questo è spesso considerato uno dei tanti vantaggi di pCloud.

POSITIVI

  • Valore economico
  • Crittografia a conoscenza zero
  • Sincronizzazione veloce
  • Sincronizzazione di qualsiasi cartella
  • Lettore multimediale integrato
  • Opzioni di piano a vita
  • Lettore audio nativo
  • Backup mobile

NEGATIVI

  • La crittografia ha un costo aggiuntivo
  • Nessuna integrazione dei documenti

2. Dropbox

dropbox logo

L’inserimento di Dropbox nella prima posizione non è una decisione arbitraria. Sono loro che hanno portato il fenomeno del cloud storage al mainstream nel 2007, dando agli utenti qualcosa di cui non pensavano di aver bisogno così tanto!

Dal 2008 a oggi è possibile tracciare un’intera storia di ciò che era e di ciò che rappresenta oggi. Si potrebbe scrivere un manuale di sviluppo aziendale o di prodotto basato sulla sua evoluzione nel corso degli anni.

Il servizio funziona creando una cartella locale sul dispositivo o sul PC che si sincronizza con una versione online. Ciò significa che tutti i dati sono disponibili sia quando si è connessi che quando si è offline. Questo non vale però per i dispositivi mobili. È possibile rendere disponibili offline i file selezionati sul tablet o sullo smartphone e l’editing offline è tra i migliori che abbiamo visto.

Dropbox ha effettivamente consolidato la sua posizione ed è stato inizialmente rinomato per la sua facilità d’uso e l’interfaccia user-friendly. Uno dei suoi principali vantaggi è la perfetta integrazione con alcune delle applicazioni di terze parti più utilizzate, come Microsoft Package, Adobe e persino Zoom. Questo rende molto semplice la condivisione di file durante la pianificazione di una riunione. L’accessibilità alle funzioni di collaborazione lo rende un’ottima opzione per i team e le aziende.

Nonostante sia il nonno del cloud storage, si dice che gli utenti passino da un provider all’altro, come se cercassero un’alternativa più economica o aggiornata.

La realtà è che, sebbene Dropbox abbia diverse centinaia di milioni di utenti, molti di loro farebbero meglio a rivolgersi altrove. Uno dei tanti motivi è il prezzo elevato, che è aumentato continuamente nel corso degli anni. Se in passato Dropbox era giustamente uno strumento di archiviazione cloud costoso, tenere il passo con la concorrenza è sempre un compito cruciale.

I nuovi arrivati affidabili hanno avuto l’opportunità di studiare e ricercare il mercato consolidato per soddisfare il Product Market Fit, colmando le lacune dei vecchi servizi di cloud storage. Se in passato i nuovi arrivati hanno rivisitato Dropgox per tenere traccia delle tendenze e delle funzionalità, ora potrebbero aver surclassato e scolarizzato il maestro.

Secondo la nostra ricerca tra la comunità di utenti di Dropbox, che non è ancora stata seguita, Dropbox è superato da Google Drive per quanto riguarda l’uso della produttività. Per quanto riguarda la sicurezza, la condivisione dei file e il valore complessivo, pCloud e Sync.com sono entrambe opzioni migliori.

Rispetto ai provider precedenti, Dropbox offre il minor spazio gratuito: solo 2 GB. Non è sufficiente per familiarizzare con il servizio, mentre le funzioni Premium e un maggiore spazio di archiviazione sono disponibili solo dopo un costoso aggiornamento. Potrebbe essere adatto per documenti di piccole dimensioni, ma se si desidera archiviare qualsiasi tipo di file multimediale come foto, musica o video, lo spazio sparirà molto velocemente. È possibile ottenere uno spazio di archiviazione di 2 TB per 11,99 euro al mese o 119,88 euro all’anno.

Un’altra opzione è quella di partire da 1 TB per 9,99 euro al mese e 99 euro all’anno, ma non è disponibile la sincronizzazione intelligente (simile a quella di pCloud Drive) per gli utenti gratuiti e per quelli premium regolari.

Allo stesso prezzo, pCloud offre 2 TB, ovvero il doppio dello spazio.

Non sono esclusi problemi di privacy, proprio come nel caso di Google Drive. Alcuni utenti non vedono di buon occhio l’archiviazione dei loro dati su server di terze parti e le politiche di conservazione e condivisione dei dati dell’azienda, che sembrano persistere fin dall’inizio.

POSITIVI

  • Tante funzioni aggiuntive
  • Integrazione con migliaia di applicazioni
  • Velocità di caricamento elevata

NEGATIVI

  • Costoso
  • Un servizio un tempo semplice è diventato troppo complesso
  • Mancanza di supporto tecnico/clientela

3. Google Drive

Google Drive logo

Google Drive è uno strumento di archiviazione e sincronizzazione dei file disponibile dopo aver creato un account con Google. Potreste averlo già utilizzato senza nemmeno saperlo.

Il semplice utilizzo di Google Workspace può dare l’impressione che il componente “Drive” faccia parte di un’ampia suite di servizi, che comprende applicazioni ben note come Google Docs, Sheets e altre. Ogni volta che si crea un Google Doc, questo viene salvato in Google Drive.

Per questo motivo, Google Drive è considerato uno degli strumenti di collaborazione cloud più convenienti disponibili, ed è largamente preferito dalle aziende.

Google Drive offre ben 15 GB di spazio di archiviazione cloud gratuito. Le opzioni di aggiornamento premium arrivano fino a 30 TB. Uno dei piani più utilizzati, che offre 2 TB, può essere acquistato per 9,99 euro al mese o 99,99 euro all’anno. Prezzi: 100 GB per $2/mese è il piano iniziale.

L’app iniziale di Google Drive è stata sostituita da Backup & Sync per Windows e macOS, con versioni mobili per Android e iOS. I file possono essere caricati facilmente con la sincronizzazione selettiva, in modo da poter scegliere quali cartelle sincronizzare su ogni PC o laptop.

Sebbene Google Drive sia ampiamente riconosciuto per la sua elevata efficienza nella collaborazione di gruppo, non è altrettanto forte per quanto riguarda le opzioni di sincronizzazione, protezione e backup. Inoltre, trattandosi di un prodotto di Google, gli utenti hanno segnalato di essere sensibilizzati sul tracciamento delle attività, con conseguenti problemi di privacy che spingono gli utenti a cercare costantemente alternative migliori.

I fornitori di cloud storage più recenti offrono un trasferimento di file migliorato con la sincronizzazione selettiva e a livello di blocco, mentre la prima non è presente in Google Drive.

Questo può influire sulla velocità di upload e download. I file possono essere condivisi tramite link Share, ma la personalizzazione è piuttosto scarsa. L’importantissima possibilità di inserire una password nei link condivisi e le statistiche delle condivisioni e della larghezza di banda sono ancora da migliorare.

POSITIVI

  • Generoso spazio di archiviazione gratuito
  • Eccellente produttività e collaborazione
  • Include la sincronizzazione dei file da desktop a desktop
  • Molte integrazioni di terze parti
  • Applicazioni multipiattaforma

NEGATIVI

  • Nessuna protezione con password per i file condivisi
  • Le app mobili potrebbero fare di più; sono necessarie più app per tutte le funzioni correlate
  • Alcuni problemi di privacy
  • Manca la sincronizzazione a livello di blocco

4. Sync.com

Sync | Secure Cloud Storage, File Sharing and Document ...

Sync.com merita senza dubbio un posto di primo piano nel nostro elenco.

Spesso recensito come uno dei migliori 5 servizi di cloud storage, ha dimostrato il suo valore nel panorama altamente competitivo.

Le ragioni sono molteplici. A prima vista, Sync.com offre quasi tutto il pacchetto completo ad un prezzo molto ragionevole. Tuttavia, nulla è perfetto nella vita e Sync.com è un ottimo esempio di come non si possa avere tutto.

Usare questo servizio significa avere accesso a molte funzioni e alla facilità d’uso sia per esigenze personali che aziendali. La recente integrazione di Microsoft Office aggiunge ulteriore valore alla collaborazione con i team.

Sync.com, che prende il nome da una delle sue caratteristiche principali, rende la sincronizzazione un’esperienza molto piacevole. Consente di mantenere sincronizzata una cartella del proprio sistema con il cloud e con qualsiasi altro computer su cui è installato. L’impostazione facile da usare nasconde la complessità della robusta sicurezza di cui Sync.com dovrebbe essere orgoglioso. Semplicemente, aiuta l’utente a lavorare con i propri file senza sforzo, eseguendo al contempo sofisticate operazioni di backend, invisibili ai suoi occhi.

Il piano gratuito è comodo per i test, perché consente di familiarizzare rapidamente con il servizio.

Sync.com offre la crittografia end-to-end in tutti i suoi piani, che alcuni concorrenti offrono solo con gli aggiornamenti Premium.

Alcuni concorrenti non riescono a eguagliare i prezzi ragionevoli di Sync.com. Essendo abbastanza conveniente, è sicuramente in grado di competere con i principali attori del mercato del cloud storage:

Usa individuale:

  • Gratuito: 5 GB
  • Solo Basic: 2 TB per 8 dollari al mese, con fatturazione annuale
  • Solo Professional: 6 TB per 20 dollari al mese, con fatturazione annuale

Per business:

  • Teams Standard: 1 TB per $6 al mese, con fatturazione annuale
  • Teams Unlimited: 15 dollari per utente, al mese, con fatturazione annuale (o 18 dollari per utente, con fatturazione mensile).

Dobbiamo parlare del piano Unlimited per i team perché ci ricorda il piano Business Pro di pCloud. Ciò è dovuto al fatto che viene fornito con:

  • Archiviazione illimitata
  • Marchio personalizzato
  • Supporto telefonico
  • Account amministratore

Il piano Business più recente si chiama “Enterprise”, come è ovvio. Per ottenerlo, dovrete contattare il team di vendita per usufruire di tutti i vantaggi che offre:

  • Minimo 100 utenti
  • Requisiti personalizzati
  • Manager dell’account
  • Opzioni di formazione

Sync.com supporta il controllo della versione dei file. È sempre possibile tornare comodamente a una versione precedente dei file, perché questi vengono conservati per 180 o 365 giorni, a seconda del tipo di abbonamento. Sync.com ha deciso di essere generoso con questa funzione simile a “Time Machine”, perché le versioni più vecchie dei file non vengono conteggiate nella quota di stroage dell’utente.

Gli account gratuiti sono limitati a 30 giorni, il che è ragionevole dato che in questa forma si tratta di un servizio non pagato. La situazione è la stessa con pCloud per gli account gratuiti, mentre lo sblocco dei 365 giorni di “viaggio nel tempo” è una funzione a pagamento. D’altra parte, pCloud non limita il numero di accessi alle versioni precedenti, mentre MEGA e Box hanno un limite di 100 versioni.

Icedrive è il peggiore in questo senso, perché limita anche gli account Premium a 10 versioni per un massimo di 180 giorni.

La loro rinomata sincronizzazione potrebbe essere molto conosciuta, ma offre solo la sincronizzazione di una singola cartella, mentre servizi come pCloud permettono di sincronizzare numerose cartelle e sottocartelle, consentendo di creare una connessione speculare tra lo spazio di archiviazione locale e i file sul cloud.

Come ci si aspetterebbe da un robusto servizio di cloud storage incentrato sulla sicurezza, Sync.com non è il migliore per le collaborazioni. Tuttavia, è ampiamente raccomandato, nonostante i recenti bug e le limitazioni che hanno suscitato preoccupazioni sulle piattaforme dei social media.

Sync.com ha dichiarato ufficialmente che esistono limiti specifici per le dimensioni dei file:

  • Desktop/Mobile: 40 GB
  • Browser Web: 500 MB

Inoltre, hanno rivelato in modo trasparente i limiti massimi del numero di file da utilizzare per una sincronizzazione o da archiviare in una cartella:

  • Sincronizzazione: 300 000
  • Numero massimo di file in una cartella: 100 000

Ovviamente, è bello vedere che sono disposti a essere completamente trasparenti con la loro base di utenti, ma i limiti rigidi sono davvero deludenti e pongono Sync.com in una posizione svantaggiosa rispetto a pCloud e OneDrive, il primo non ha alcun limite e il secondo impone un limite di 250 GB.

A causa di alcune somiglianze, la comunità suggerisce spesso Sync.com come alternativa a pCloud o Dropbox, o viceversa, a seconda delle preferenze e delle esigenze individuali.

POSITIVI

  • Sicurezza eccellente
  • Prezzi competitivi
  • Dimensioni illimitate dei file
  • Versioni per 365 giorni
  • Chiara politica sulla privacy
  • Ottimo per i team

NEGATIVI

  • Interfaccia di base: necessita di interventi
  • Velocità di sincronizzazione ridotta
  • Sincronizzazione di una sola cartella

5. IDrive

IDrive logo

Abbiamo accennato al ruolo vitale che il cloud storage svolge nelle nostre attività quotidiane e nella nostra vita digitale.

Indipendentemente dal settore professionale in cui si opera, l’accesso rapido ai documenti da qualsiasi dispositivo è diventato lo standard rigoroso per la gestione del team e la condivisione dei file. Quando si affidano documenti importanti, bisogna sempre affidarsi a un backup di alta qualità per evitare la perdita di dati.

iDrive è un’ottima soluzione che combina servizi di cloud storage e di backup online, con ottime caratteristiche e prezzi molto ragionevoli rispetto alla concorrenza. I trasferimenti singoli sono abbastanza veloci, accompagnati da backup e ripristino. Compressione e sicurezza solide. Una differenza importante che vale la pena menzionare è che tutte le versioni di IDrive, compresa quella gratuita, possono eseguire il backup dei file in locale su un’unità esterna o di rete. Molti servizi non offrono il backup locale.

iDrive si è rivolto a una base di utenti più esperti di tecnologia, tenendo conto del tipo di funzioni disponibili. È orientato agli utenti che hanno bisogno di eseguire backup online tramite backup dell’immagine del disco (solo per Windows), NAS e backup del server.

Offre 10 GB di spazio di archiviazione gratuito e diversi piani a pagamento:

  • L’account personale da 2 TB è disponibile a 59,62 dollari all’anno.
  • 10 TB per 74,62 dollari all’anno

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, manca un piano di abbonamento mensile e la sua interfaccia non è semplicissima da usare. La maggior parte dei concorrenti ha cercato di garantire una curva di apprendimento facile, per aiutare l’utente a iniziare il più rapidamente possibile. Inoltre, le velocità di upload e download non sono le migliori che si possano trovare sul mercato, nonostante il modo in cui si presentano.

Altri servizi hanno garantito l’accessibilità alla maggior parte o a tutti i principali sistemi operativi esistenti, mentre iDrive ha ancora un supporto limitato per Linux. La comunità parla spesso di interruzioni del backup, spiegando che sarebbe preferibile una connessione continua.

POSITIVI

  • Dispositivi illimitati per account
  • Backup locale gratuito
  • Completamente crittografato
  • Velocità di caricamento elevata
  • Backup dell’immagine del disco
  • NAS
  • Backup del server

NEGATIVI

  • Lo spazio di archiviazione non è illimitato
  • Supporto limitato per Linux
  • Backup completo dell’immagine del disco solo per Windows

6. MEGA

Mega Blog - Containing all MEGA's top Cloud Storage and Company related announcements

MEGA è ampiamente apprezzato per le sue ottime caratteristiche di sicurezza, la sua discreta usabilità e la sua velocità. Potremmo classificarlo al primo o al secondo posto (in concorrenza con pCloud) in termini di privacy e sicurezza. L’intero account è dotato di un ulteriore livello di sicurezza con la crittografia a conoscenza zero, mentre pCloud fa pagare un extra per la sua cartella crittografica.

Il piano standard gratuito offre ben 20 GB di spazio di archiviazione. Se questo non è sufficiente, è possibile effettuare l’upgrade per ottenere più spazio di archiviazione e una maggiore larghezza di banda con ogni pacchetto, in modo da poter condividere i file con gli amici. È la soluzione migliore per chi cerca uno spazio di archiviazione cloud gratuito.

Un aspetto specifico che differenzia MEGA dagli altri servizi cloud menzionati in questo articolo è la Chat sicura nativa, che MEGA sta pubblicizzando molto ultimamente.

I modelli Premium sono personalizzati per l’uso individuale e per i team, disponibili con abbonamenti mensili e annuali:

  • 400 GB € 49,99 all’anno
  • 2 TB € 99,99 all’anno
  • 8 TB € 199 all’anno

I prezzi mensili si confrontano quasi alla pari con alcuni dei servizi più costosi come Dropbox.

Vale la pena di commentare alcuni dei più recenti inconvenienti che MEGA deve affrontare con la massima priorità. I bug minori, ma persistenti, che riguardano la condivisione dei file stanno sensibilizzando i siti web più famosi dedicati al cloud storage e le autorità del settore.

Sebbene possa sembrare che l’archiviazione su cloud sblocchi la libertà e la convenienza per i team di tutto il mondo, MEGA è decisamente in ritardo in questo senso, facendo un passo indietro nel periodo forse più favorevole per l’archiviazione su cloud durante il lavoro remoto. È in questo aspetto che altri fornitori hanno prosperato negli ultimi anni, osservando una rapida crescita.

L’enfasi di MEGA sulla privacy e sulla sicurezza disabilita la maggior parte delle funzioni di collaborazione standard o popolari e l’integrazione con applicazioni di terze parti come Google Docs. Per chi ha bisogno di lavorare con altri su file basati su cloud, Google Drive potrebbe essere un’opzione migliore. Sebbene sia comprensibile, alcuni utenti potrebbero non essere soddisfatti delle limitazioni dei mezzi per lavorare con i team e preferirebbero scendere a compromessi con il rigore della sicurezza.

Gli standard di crittografia estesi comportano un ulteriore pedaggio sulla velocità di upload/download, poiché la crittografia avviene durante questi processi di trasferimento, generando una chiave di crittografia da memorizzare sul dispositivo.

Un servizio come questo è più adatto per l’archiviazione a freddo, il che significa che è possibile conservare i file più importanti senza il timore di perderli. Tuttavia, la condivisione dei file è parte integrante della vita quotidiana del 90% degli utenti di dispositivi digitali e IOT/TIC (Internet of Things/Tecnologie dell’informazione e della comunicazione).

POSITIVI

  • Crittografia a conoscenza zero
  • Link di condivisione criptati
  • Ampio spazio di archiviazione gratuito
  • Anteprime per media e documenti
  • Chat sicura

NEGATIVI

  • Prezzi elevati per i piani a pagamento
  • Non adatto alla collaborazione
  • Supporto aziendale di base
  • Applicazioni e componenti aggiuntivi limitati
  • L’ampia sicurezza limita la velocità

7. OneDrive

OneDrive è l’alternativa di Microsoft a Dropbox.

Ampiamente apprezzato dagli utenti di Office 365, ha difficoltà a raggiungere gli standard più elevati degli altri e si colloca quindi a metà strada tra i servizi precedentemente citati. Include una serie di strumenti come Office, Skype, OneNote e Outlook, perfettamente integrati al suo interno.

Progettato per servire gli utenti Microsoft esistenti e la loro gamma di applicazioni, OneDrive non compare spesso nei thread della Community o nelle recensioni di Official Honest sul web. Si ha l’impressione che OneDrive operi nel proprio parco giochi, senza bisogno di altri spettatori. Ciò è comprensibile, considerando il fatto che questa estensione di cloud storage è solo un’amenità o un incentivo per gli innumerevoli utenti Microsoft.

OneDrive offre prestazioni veloci e un’ampia gamma di funzionalità, che ne rendono estremamente conveniente l’utilizzo con le applicazioni per le esigenze aziendali nelle imprese. Il numero di persone che utilizzano OneDrive per il proprio lavoro supera di gran lunga la media degli utenti di cloud storage.

Nonostante tutti gli aspetti positivi citati, il servizio presenta uno svantaggio significativo in termini di privacy. Il servizio non dispone di crittografia a conoscenza zero, il che significa che è vulnerabile agli accessi indesiderati. Sebbene i file siano protetti dalla crittografia, l’assenza di crittografia a conoscenza zero consente a Microsoft di accedere ai dati dell’utente e condividerli quando lo ritiene opportuno, in modo simile a Google e Dropbox.

OneDrive di Microsoft è presumibilmente il servizio di cloud storage più ovvio per gli utenti di Windows, perché è integrato in Windows 10. Tuttavia, l’account di base offre solo 5 file di dati. Tuttavia, l’account di base offre solo 5 GB di spazio di archiviazione gratuito. Per alcuni è sufficiente, il che rende i quattro servizi precedenti i preferiti in questo senso.

In ritardo rispetto agli altri, che offrono almeno il doppio dello spazio, con il loro piano Free, OneDrive offre 1 TB agli utenti di Microsoft Office 365:

  • 200 GB di spazio per 1,99 dollari al mese
  • 400GB di spazio per 3,99 dollari/mese
  • 600GB di spazio per 5,99 dollari/mese
  • 800GB di spazio per 7,99 dollari/mese
  • 1 TB di spazio per 9,99 dollari/mese

È possibile ottenere 1 TB di spazio di archiviazione per 69 € all’anno, che include tutte le funzionalità della piattaforma Premium.

Nota: se non si dispone di un abbonamento a Office 365, Microsoft aumenta anche il piano di archiviazione da 50 GB a 100 GB per lo stesso prezzo di 1,99 dollari al mese.

POSITIVI

  • Interfaccia eccellente
  • Client per Android, iOS, Mac e Windows
  • Ben integrato con Windows e Microsoft 365
  • Forte presentazione e gestione delle foto online
  • Potente condivisione di file ed editing collaborativo

NEGATIVI

  • Meno spazio di archiviazione gratuito rispetto ad alcuni concorrenti
  • Non esegue il backup di tutte le cartelle dell’unità

8. Icedrive

Infine, ma non per questo meno importante, non possiamo non parlare del nuovo arrivato: Ice Drive.

Icedrive è un nuovo servizio di cloud storage che vanta un design facile da usare e forti caratteristiche di sicurezza e privacy, in particolare l’implementazione della crittografia Zero-Knowledge. Sebbene il piano gratuito sia generoso, con 10 GB di spazio di archiviazione, al momento mancano alcune funzioni importanti come gli strumenti di collaborazione e l’integrazione con app di terze parti. Ciononostante, Icedrive mostra il suo potenziale come promettente nuovo arrivato nel mercato del cloud storage.

Icedrive offre piani mensili, annuali e a vita. L’opinione della comunità afferma che ice drive ha forse seguito l’innovativo approccio Lifetime, inizialmente sperimentato da pCloud.

È possibile ottenere 150 GB per 19,99 dollari all’anno, 1 TB per 49,99 dollari all’anno o uno dei piani a vita disponibili con 3 TB (499 dollari di pagamento unico) e 10 TB (999 dollari di pagamento unico). Grazie alla sua interfaccia chiara e alle app facili da usare, all’attenzione per la sicurezza e la privacy, Icedrive mostra un grande potenziale per diventare uno dei migliori fornitori di servizi di cloud storage.

Tuttavia, manca ancora di importanti funzionalità di cloud storage e ci sono ottime alternative nella nostra lista dei migliori provider di cloud storage per il 2024.

Essendo un’azienda giovane, promette di introdurre ulteriori funzionalità in futuro, soddisfacendo al contempo gli standard più elevati degli utenti. Tuttavia, se siete alla ricerca di un servizio completamente completo in questo momento, potreste voler dare un’occhiata ad alcune alternative migliori, come pCloud o Dropbox.

POSITIVI:

  • Eccellente privacy e sicurezza
  • Generoso piano gratuito
  • Crittografia a conoscenza zero
  • Bella interfaccia utente
  • Anteprime dei file
  • Unità virtuale sul desktop
  • Buoni prezzi

NEGATIVI:

  • Mancano le opzioni di collaborazione
  • Nessun supporto per la chat
  • Nessuna sincronizzazione a livello di blocco
  • Non è adatto alla produttività

MENZIONI D’ONORE

9. Box.com

Box.com è un servizio di cloud storage che offre un’ampia gamma di funzionalità e integrazioni. È dotato di integrazioni integrate con Google Workspace, Office 365 e Slack, che funzionano direttamente nell’interfaccia di Box. Include anche Box Notes e un task manager che consente di collaborare con altri sulle note all’interno dell’app Box.

Il pacchetto gratuito offre 10 GB di spazio libero. Tuttavia, non è così buono come sembra, perché Box limita i file a 250 MB per gli account gratuiti. Tuttavia, molte funzioni sono disponibili con componenti aggiuntivi a pagamento o attraverso integrazioni di terze parti. È un peccato che molte delle funzioni migliori, come il versioning, siano disponibili solo per i clienti a pagamento.

Il pacchetto Free offre 10 GB di spazio gratuito. Tuttavia, non è così buono come sembra, poiché Box limita i file a 250 MB per gli account gratuiti e a una sola versione di file.

I piani a pagamento partono da 12 euro al mese (o 108 euro all’anno) per 100 GB, ma anche in questo caso troverete restrizioni sulle dimensioni dei file in upload (5 GB) e limiti sul numero di versioni dei file. Box.com offre uno dei servizi di cloud storage per singoli utenti più costosi sul mercato.

POSITIVI

  • Applicazione web flessibile che può aprire i file utilizzando il software desktop
  • Integrazione con oltre 1.500 applicazioni
  • Supporto per la sincronizzazione offline

NEGATIVI

  • Costoso per la quantità di spazio di archiviazione offerto
  • Limite basso di dimensione dei file
  • Impossibilità di configurare la posizione dell’app di sincronizzazione sul desktop
  • 1 versione di file e limiti di dimensione dei file con il piano gratuito

10. Tresorit

Tresorit è un fornitore di soluzioni di cloud storage con sede in Europa, solido e altamente sicuro, Tresorit potrebbe essere troppo costoso per l’utente medio. Si rivolge principalmente alle aziende che vogliono investire nella sicurezza e per le quali la privacy è di estrema importanza. Non esiste un piano gratuito e i piani a pagamento partono da 11,99 € al mese o 119,88 € all’anno per 1 TB di spazio di archiviazione.

Uno dei motivi per cui Tresorit è così sicuro è il modo in cui i file vengono crittografati. Con un client locale installato sul vostro computer Windows o Mac OS, i vostri dati vengono crittografati localmente e poi inviati ai server Tresorit dove rimangono crittografati. Oltre a memorizzare i file, Tresorit consente di sincronizzarli tra i dispositivi. I client di sincronizzazione per computer sono disponibili per Windows, Mac e Linux. Tresorit offre eccellenti opzioni di condivisione dei file, versioning dei file e funzioni di sincronizzazione.

POSITIVI

  • Altamente sicuro
  • Applicazioni native per Windows, macOS, Linux, iOS e Android
  • Supporto per unità di rete
  • Ampie opzioni di gestione degli utenti
  • Chiara politica sulla privacy
  • Molteplici opzioni di supporto

NEGATIVI

  • Costoso
  • Nessuna sincronizzazione a livello di blocco
  • Alcuni limiti di sicurezza

11. SpiderOak

SpiderOak è forse il provider di cloud storage più sicuro in circolazione, ma presenta alcuni punti deboli in termini di velocità e facilità d’uso. Si concentra sulla sicurezza e sulla privacy. Se questi sono gli elementi più importanti di cui avete bisogno, allora è una delle scelte migliori per voi (insieme a pCloud). Può mancare la sofisticazione e l’integrazione di alcuni rivali, ma fa il suo lavoro molto bene.

È un’ottima scelta per i backup online e offre funzioni di sincronizzazione e condivisione. Tuttavia, SpiderOak è un po’ costoso rispetto ad altri fornitori, con un piano da 150 GB a 6 dollari al mese (69 dollari all’anno) o un piano da 5 TB a 29 dollari al mese (320 dollari all’anno). Non offre un servizio di cloud storage gratuito, ma solo una prova gratuita di 21 giorni.

POSITIVI

  • Funzioni di privacy avanzate
  • Supporta un numero illimitato di computer per account
  • Eccellenti funzionalità di versioning
  • Include opzioni di condivisione dei file e di sincronizzazione delle cartelle
  • Applicazione desktop ben progettata e ricca di funzionalità

NEGATIVI

  • Manca l’opzione di autenticazione a più fattori per i login sul web
  • Non offre più applicazioni mobili

[table id=2 responsive=flip responsive_breakpoint=phone /]

VERDETTO FINALE

Un servizio non può avere tutto. Ci saranno sempre vantaggi e svantaggi, in base alle caratteristiche principali e all’obiettivo del provider di cloud storage.

Tutto dipende dalle esigenze individuali dell’utente e dalla domanda: “Sono disposto a scendere a compromessi con X per Y, o a rimanere con entrambi, ma in modo limitato?”.

CONSIGLI IMPARZIALI:

  • Per chi cerca l’accessibilità alle integrazioni di terze parti come Google Sheets e Docs o alle app di comunicazione come Zoom, indicheremmo Google Drive e Dropbox, se la raccolta e il tracciamento dei dati degli utenti non sono un problema.
  • I nomadi digitali esperti di tecnologia preferirebbero MEGA come opzione accettabile per la sicurezza estesa, se disposti a compromettere la collaborazione e la velocità. Sarà anche preferito da chi ha bisogno di spazio di archiviazione cloud gratuito.
  • Anche iDrive sarebbe simile agli utenti di MEGA, con requisiti di configurazione specifici, ma con backup di server e immagini disco per gli amanti dei NAS.
  • Sappiamo che molti di voi sono alla ricerca della giusta dose di collaborazione e sicurezza al miglior prezzo. Per completare l’offerta, pCloud è dotato di un ricco elenco di funzionalità e strumenti aggiuntivi, per migliorare l’esperienza dell’utente e ottimizzare le attività digitali, indipendentemente dal fatto che siate abbonati Free, Premium o che utilizziate il suo pionieristico piano Lifetime (pagamento unico). Adatto anche alle aziende, pCloud sembra mettere un segno di spunta su tutte le caselle, riuscendo a centrare la giusta via di mezzo. Un’alternativa a pCloud è Sync.com.
  • Se non rientrate in nessuna delle categorie sopra citate, riteniamo che uno qualsiasi dei restanti servizi di cloud storage trattati in questo articolo sia sufficiente, a patto che prendiate la decisione giusta in base alle funzionalità e al prezzo per il loro valore. OneDrive sembra avere le carte in regola se siete utenti Windows. Ricordate che la privacy non è la loro risorsa più importante.
  • Uno e zero per riflettere:
  • L’assistenza clienti dovrebbe essere una parte indivisibile di servizi tecnologici così sofisticati, ma non tutti i fornitori citati la offrono in modo efficiente, o addirittura non la offrono affatto.

Rimanete al sicuro e assicuratevi che il vostro bene più prezioso al giorno d’oggi (le vostre informazioni) sia protetto nel modo più sicuro possibile, pur essendo in grado di accedervi e condividerle ovunque, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Tenete presente che gli attuali cambiamenti economici globali rendono necessaria un’opzione più conveniente.